Cattedrale Santa Maria Assunta

Il maestoso edificio della Cattedrale, dedicata a Santa Maria Assunta, fu ricostruito dalle fondamenta nel 1657, affidando il progetto fu affidato all’architetto Giovanni Battista Roderi. La pianta della Cattedrale è a croce greca, con sei cappelle e quattro altari ai lati, abbondantemente decorati con stucchi, ori e marmi pregiati e tutte arricchite da tele e affreschi, opera di famosi artisti del ‘600 e del ‘700. Tra questi ricordiamo Lazzaro Baldi, che esegue gli affreschi nella cappella di San Bruno, i fratelli Courtois, autori dell’affresco della cupola centrale, raffigurante l’incoronazione di Maria in cielo,  e dei dipinti della cappella della Croce e ancora Francesco Cozza, autore della prestigiosa tela che rappresenta “L’incredulità di San Tommaso”, Giovanni Battista Gaulli, detto il Baciccio, che decora la cappella di San Francesco con scene di vita del santo, Alessandro Carchenne, autore delle grandi tele del presbiterio con scene di vita della Vergine Maria e Ignazio Tirinelli della tela posta come pala d’altare, raffigurante Maria Assunta in cielo. E ancora un organo Morettini del 1850, ancora perfettamente funzionante e molte altre opere d’arte di pittori, artigiani, scultori che sono stati i protagonisti di questo complesso architettonico degno di nota. 

All’esterno, la facciata fu rivestita in pietra locale nel 1817, a spese del Vescovo Ciotti e in stile neoclassico.